Per i rifugiati l’Italia non è un luogo sicuro

I dati dell’UNHCR in occasione della “Giornata mondiale del rifugiato”

Nel corso della “Giornata mondiale per il rifugiato” tenutasi il 20 giugno, l’UNHCR (United Nations Refugee Agency) ha presentato dati inquietanti sulla condizione dei richiedenti asilo, in particolare per quel che riguarda l’Italia, all’ultimo posto in Europa per l’accoglienza dei rifugiati politici che secondo la normativa internazionale avrebbero diritto all’equiparazione legislativa con i cittadini dello stato ospitante.

Leggi tutto “Per i rifugiati l’Italia non è un luogo sicuro”

Iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2010 del corso di Università Migrante. Clicca qui per scoprire il programma definitivo, i docenti e come fare ad iscriverti!

Permesso di soggiorno a punti

Alfred Breitman, su Aprile online:

Qualcuno spieghi in base a quale criterio il migrante può essere punito in misura gravissima (l’espulsione lo condurrà in un Paese da cui è già fuggito, quasi sempre a causa di un’emergenza umanitaria; contemporaneamente, i suoi familiari resteranno soli in Italia, esposti a qualsiasi pericolo) in base a un regolamento che non dovrebbe avere valore giuridico? Per punire le colpe ci sono già le leggi dello Stato e i tribunali: togliere ulteriori “punti-vita” diventa una condanna la cui natura sfugge al buon senso, una condanna senza diritto alla difesa e senza giudice

Leggi tutto l’articolo su Aprile Online

L’associazione cresce

Il desiderio che avevano espresso qualche mese fa i quattro soci fondatori dell’Associazione Università Migrante (Edda, Paolo, Simona e Marta) si è trasformato in realtà: l’associazione conta ora 12 soci e un nuovo consiglio direttivo: Paolo Buffoni ne diventa il nuovo presidente. Accantonata per il momento l’idea di iscriverla al registro delle associazioni di volontariato o a quello per le associazioni di promozione sociale, Università Migrante si presenta come associazione culturale con l’obiettivo di promuovere occasioni di formazione sulle tematiche dell’immigrazione.

In primo luogo l’impegno è quello di organizzare la quarta edizione del corso di formazione, che è previsto per il prossimo ottobre. Non sarà possibile per la prima volta avere il sostegno economico del Centro Servizi per il Volontariato, a causa dei tagli operati in questo settore. Stiamo contattando in queste settimane i docenti (alcuni nuovi, altri già noti a chi ha frequentato le precedenti edizioni) e abbiamo avuto già diversi riscontri positivi nonostante il fatto che il nostro budget ci permetterà quest’anno di ricompensarli al più con un esiguo rimborso spese.

Il programma e i temi degli incontri sono in linea di massima definiti, e potete trovare a questo link tutte le informazioni sempre aggiornate, speriamo di poter aggiungere presto anche tutti i nomi dei docenti e le date definitive.

Un’associazione di idee

L’associazione Università Migrante nasce nel 2009 da una costola di Todo Cambia, associazione interculturale e antirazzista attiva da quasi dieci anni a Milano.

Ogni attività dell’associazione Todo Cambia è nata dalla necessità di affrontare esigenze sentite dai suoi attivisti o da chi incontriamo nel nostro lavoro. Anche nel caso di Università Migrante: alcuni tra noi si sono resi conto che per esprimere meglio la nostra proposta e per contrastare il razzismo crescente era necessario rafforzare i nostri strumenti teorici e metodologici, affilando le uniche “armi” che abbiamo scelto di usare: le idee. Così nel 2007, sviluppando alcuni spunti che i fondatori di T.C. avevano raccolto negli anni precedenti, abbiamo messo a punto la prima edizione di Università Migrante. È da poco che si è conclusa la terza edizione dedicata a “l’iniziativa interculturale nella città che cambia identità”.
Leggi tutto “Un’associazione di idee”